Category Archives: eventi

Rigenergia 2011: le considerazioni finali

Dalle imprese ai professionisti di settore, passando per l’universo scolastico fino ad approdare al grande pubblico. La quinta edizione di Rigenergia, la grande fiera internazionale dedicata alle energie rinnovabili, alla mobilità sostenibile e al risparmio energetico, si è svolta come d’abitudine al Palaexpo di Pollein, dal 27 al 29 maggio scorso.

La manifestazione, promossa dall’Assessorato delle Attività Produttive e dalla Camera valdostana delle imprese e delle professioni, ha coinvolto quest’anno un centinaio diespositori, di cui la metà valdostani. Industriali, progettisti, ingegneri, installatori e pubbliche amministrazioni hanno avuto a disposizione oltre cinque mila metri quadrati di superficie per promuovere le loro soluzioni e i loro prodotti.

Augusto Rollandin, Presidente della Regione Valle d’Aosta
– E’ un momento di grande interesse per gli operatori, per la Regione, per le istituzioni come la Camera di Commercio che credono in questa possibilità di vedere l’energia rinnovata, rinnovabile e soprattutto utilizzata al meglio. Questa è sicuramente ricchezza per la nostra regione ed è capacità di risparmio per tante famiglie. –

Rigenergia, quindi, non è soltanto una fiera per addetti ai lavori, ma rappresenta l’espressione di un progetto più ampio e articolato in grado di coinvolgere l’intera filiera delle rinnovabili, attraverso il quale rinforzare e rilanciare l’economia della Valle d’Aosta.

Ennio Pastoret, Assessore alle Attività Produttive
– La Valle d’Aosta ha puntato molto su questo settore: rinnovabili, risparmio energetico e riduzione dell’inquinamento, in sostanza per quanto ci riguarda più direttamente, mobilità sostenibile. Infatti questo è l’ennesimo appuntamento di Rigenergia, nel frattempo però la Valle d’Aosta si è dotata di leggi significative in questo campo, le ha ammodernate recentemente sulla base delle nuove disposizioni e dei nuovi indirizzi dell’Unione Europea, e delle nuove disposizioni statali. Siamo sempre pronti per intervenire e fare in modo che questo settore continui a evolvere perché questo è un settore che consente di produrre energia pulita, quindi di ridurre l’incidenza di produzioni non rinnovabili, che consente di avere risparmio energetico quindi maggiore sostenibilità di vita all’interno delle proprie case, di avere trasporti più puliti attraverso l’elettrico e la riduzione dei consumi, in sostanza qualità della vita per tutti e questa è la ragione per cui ci siamo impegnati su questo fronte. –

L’approvazione di leggi e regolamenti è andata di pari passo con la crescita d’interesse dei cittadini nei confronti di questi temi, come dimostra il successo riscosso anche quest’anno dalla fiera. Negli ultimi anni, infatti, si è sviluppato un tessuto culturale, scientifico, imprenditoriale orientato allo sviluppo sostenibile, unica risposta possibile al problema della crisi energetica e dell’inquinamento.

Pierantonio Genestrone, Presidente della Chambre Valdôtaine
– Chiaramente il problema del risparmio energetico e dell’energia sostenibile è un problema ormai di attualità: questa fiera serve anche per far crescere le nostre imprese e i nostri piccoli imprenditori che si dedicano e si devono dedicare in futuro anche a questi tipi di mercato. –

In quest’ottica, il programma di Rigenergia ha proposto, parallelamente agli stand commerciali, numerosi workshop tecnici e divulgativi, percorsi di formazione per le imprese e convegni tematici, alternati a laboratori didattici e a momenti di animazione ludico-ricreativa per adulti e bambini.

Ennio Pastoret, Assessore alle Attività Produttive
– Ora bisogna sempre di più coinvolgere le persone affinché conoscano bene quali sono le opportunità e cosa stiamo facendo, anche ad esempio con il coinvolgimento delle scuole, come abbiamo fatto: più di 700 ragazzi sono stati interessati dalle attività che abbiamo svolto presso le scuole e i ragazzi sono i cittadini del domani ma in qualche modo anche i soggetti che incitano genitori ad andare in questa direzione. –

Inaugurato il più grande parco fotovoltaico di Roma

Acea ha inaugurato il più grande parco fotovoltaico di Roma. L’impianto è realizzato con pannelli solari posizionati sulle pensiline dei tetti dei 2.910 parcheggi di Commercity e da solo può produrre l’ energia elettrica per l’illuminazione pubblica dell’intero municipio XV. Presenti alla cerimonia il sindaco di Roma Gianni Alemanno, l’Assessore all’Ambiente Marco Visconti, il presidente e l’amministratore delegato di Acea Giancarlo Cremonesi e Marco Staderini.

Governare la crescita del fotovoltaico, un convegno su normative e incentivi

Workshop organizzato da Kyoto Club con il sostegno di First Solar.

Roma, giovedì 10 marzo 2011 (orario 9-13)
Sala delle Colonne (c/o Camera dei Deputati), via Poli 19

La forte e imprevista crescita del fotovoltaico in Italia nell’anno appena trascorso, insieme alle probabili numerose realizzazioni che potranno ancora usufruire delle tariffe 2010, fa ritenere che gli obiettivi nazionali e gli incentivi per questa tecnologia vadano presto riesaminati.
Lo scopo del workshop è di analizzare le più adeguate strategie in grado di non interrompere la corsa del fotovoltaico in Italia al 2020, soprattutto alla luce del recente decreto legislativo che recepisce la direttiva europea 28/2009 e che di fatto blocca il settore.

Quali dovrebbero essere invece le azioni da intraprendere per rafforzare le competenze industriali nazionali e dirigere la produzione di elettricità solare verso l’obiettivo della grid parity. Una percorso che, al contempo, dovrà avere il consenso dell’opinione pubblica e soddisfare i requisiti di contenimento dei costi per la collettività.

Il programma completo.

Allestimenti in ECOMAT per il Salone del Gusto di Torino

Dietro l’eleganza e la funzionalità degli allestimenti realizzati per
l’edizione 2010 del Salone del Gusto c’è l’innovazione 100% ecosostenibile dei pannelli in ECOMAT prodotti da una realtà industriale “green economy” della Calabria: la ECOPLAN di Polistena (RC).
L’azienda, partecipata da R-Evolution Gruppo Sistemi 2000 di Ancona, è stata selezionata tra i fornitori del Salone del Gusto 2010 in virtù delle performance e della sostenibilità dell’ECOMAT, materiale simile al legno, riciclabile all’infinito, ottenuto dalla miscela di sansa esausta e plastiche di scarto derivate dalla produzione di pannolini e vasetti di yogurt.
I pannelli in ECOMAT non contengono colle e vengono prodotti con un ciclo produttivo virtuoso a basso consumo elettrico e con acqua di raffreddamento a ciclo chiuso. La particolarità di questo materiale è la sua totale riciclabilità dopo l’utilizzo: alla fine del suo ciclo infatti, il prodotto in ECOMAT può essere rimacinato per ottenere la stessa
quantità di materiale originario dalle intatte caratteristiche strutturali.
All’interno del Salone del Gusto 2010, i pannelli in Ecomat saranno utilizzati come fasce decorative degli stand e come superfici di appoggio di tutti gli allestimenti, contribuendo così a una sensibile riduzione dei rifiuti.
Al termine del Salone, infatti, i pannelli delle superfici di appoggio saranno ritirati da Ecoplan per essere riconvertiti in nuove applicazioni (come pavimentazioni e allestimenti di stabilimenti balneari, pavimentazioni esterne, arredo urbano, giochi e altro), mentre le fasce potranno essere riutilizzate dall’allestitore per altri eventi o rimacinate per altri scopi.
La presenza al Salone del Gusto è il primo passo ufficiale della sinergia tra ECOPLAN e R-Evolution Gruppo Sistemi 2000, che in questi giorni ha perfezionato l’acquisizione del 30% dell’azienda calabrese e che gestirà il marketing e le attività commerciali relative all’ECOMAT.
Le due realtà, entrambe socie di Symbola – Fondazione per le Qualità Italiane, hanno trovato come punto di contatto l’impegno per la diffusione dei valori della sostenibilità nel Made in Italy. Fatto tesoro di questo comune intento, le due società hanno deciso di intraprendere un percorso che porterà da una parte R-Evolution Gruppo Sistemi 2000 ad ampliare la propria gamma di prodotti, dall’altra Ecoplan a poter usufruire di una più capillare rete commerciale.