Category Archives: Uncategorized

Funerale e risparmio energetico: va di moda il funerale green

Quando si deve organizzare un Funerale Comunale Roma, oggi sempre più persone si orientano verso un funerale ecologico che permette di ottenere un risparmio energetico e salvaguardare l’ambiente. Si tratta di una scelta etica ed economica, che permette di lasciare un segno e un’impronta positiva per il pianeta anche al momento della morte.

Il consiglio è affidarsi ad agenzie funebri come La Romana Funebre che organizzano Funerali Roma ecologici. In particolare il funerale è realizzato con prodotti ecocompatibili, carri funebri a risparmio energetico e trasformazione del calore prodotto con la cremazione in elettricità.

Inoltre si possono conservare le ceneri in contenitori biodegradabili o usarle per la crescita degli alberi o ancora sottoporre le ceneri a diamantificazione. Si tratta di alcune idee per il risparmio energetico anche al momento del funerale.

Nuovi materiali per il risparmio energetico

Oltre ai consigli appena visti è possibile pensare al risparmio energetico durante l’organizzazione del funerale anche scegliendo materiali riciclabili e facili da smaltire, che non emettono sostanze nocive. Diventano protagonisti della creazione di bare bambù, vimini e cartone che permettono anche di contenere i costi e dar vita a Funerali Economici Roma. Oggi organizzare un funerale è un vero e proprio lusso e la scelta del funerale green diventa una soluzione alla portata di tutti.

Inoltre queste materie prime per la bara si decompongono in due anni in meno rispetto ai materiali tradizionali e non comprendono resine e zinco per la chiusura delle bare, altamente tossici.

Bare in Italia: solo legno massiccio

In Italia le bare devono ancora essere in legno massiccio di spessore minimo di 25 millimetri, anche se questo comporta deforestazione e emissioni di CO2 oltre al rilascio di fumi contenenti metalli pesanti con la cremazione. I pro della bara in legno sono invece la grande igiene, per cui non ci sono contaminazioni di batteri e altre sostanze.

Per ottenere il risparmio energetico anche scegliendo la tradizionale bara in legno è importante affidarsi ad Agenzie Funebri Roma come La Romana Funebre, la cui filiera di provenienza dei legni segue un percorso certificato dall’albero al prodotto finale. In Italia oltre il 90% delle bare proviene da aree boreali in cui le foreste sono gestite in modo sostenibile, mentre in passato si usava il rovere dei boschi della Val Varaita, in provincia di Cuneo.

Oggi sono veramente in pochi a produrre bare in Italia e solo 40 azienda realizzano questi oggetti funebri e la maggior parte dei tavolati è importata dall’estero.

In ogni caso chi sceglie La Romana Funebre può scegliere accanto al funerale tradizionale il funerale green, scelta sostenibile ed economica per mostrare il proprio rispetto e attenzione per l’ambiente anche nell’ultimo momento della vita terrena.

Risparmio energetico per un’agenzia investigativa

Forse non lo sai ma in Europa il 40% dei consumi elettrici deriva dal settore terziario, che comprende anche l’Agenzia Investigativa Roma e il lavoro dell’Investigatore Privato a Roma. Questo dipende dal fatto che le persone trascorrono metà della loro vita sul posto di lavoro. Come ottenere il risparmio energetico nell’agenzia investigativa?

Non si deve rendere la vita in ufficio impossibile spegnendo gli apparecchi elettrici, ma solo adottare comportamenti sostenibili, che prevedono l’uso consapevole di stampanti, luci e riscaldamento. Si tratta di fare attenzione fino a rendere il risparmio energetico un’abitudine e un comportamento automatico. I vantaggi per l’Investigatore Privato Roma saranno veramente tanti, dal risparmio in bolletta alla riduzione dell’impatto ambientale fino al maggior benessere per la persona. Vediamo come fare per ottenere una riduzione pari al 20% dei consumi energetici nell’agenzia investigativa.

7 comportamenti per risparmiare energia

Chi vuole ridurre il consumo di energia in ufficio può adottare alcuni comportamenti semplici, ma che devono diventare abitudini quotidiane. Vediamo quali sono.

  1. Non lasciare mai in stand-by gli apparecchi dato che la spia luminosa consuma da 4 a 12 Watt all’ora e il solo computer in stand-by può arrivare a 20 Watt/ora.
  2. Spegnere il computer la sera alla chiusura dell’ufficio e anche quando ci si allontana dalla postazione di lavoro per molto tempo.
  3. Spegnere o non accendere proprio stampanti, scanner e fotocopiatrici se non si intende usarle o non si usano.
  4. Non accendere la luce quando c’è luce naturale e posizionare il PC in modo da godere della luce del sole in modo da limitare il più possibile l’uso dell’elettricità.
  5. Spegnere la luce nelle stanze vuote e nei corridoi e installare rilevatori automatici che calibrano l’intensità della luce artificiale o sensori di movimento.
  6. Usare lampadine led o LCF a risparmio energetico, che durano da 6 a 15 volte in più delle lampadine normali e riducono le emissioni di CO2 del 10% pro capite.
  7. Usare con buon senso riscaldamento e aria condizionata regolando la temperatura tra i 18 e i 20° C d’inverno e tenendo la differenza tra interno ed esterno pari a 6° C. In estate il condizionatore non va impostato sotto i 24-25° C e va spento 30 minuti prima di lasciare l’ufficio.

Si tratta di comportamenti semplici, ma che se eseguiti ogni giorno portano ad un risparmio importante in termini di consumi di energia elettrica. Molto spesso si va a bere il caffè con i colleghi lasciando il PC aperto e basterebbe impostarlo su Risparmio Energetico per ridurre i consumi o si accende la luce anche quando la visibilità è ottimale semplicemente aprendo le finestre.

Anche gli Investigatori Privati Roma possono e devono adottare comportamenti per ridurre il consumo energetico e risparmiare energia nell’Agenzia Investigativa a vantaggio non solo dell’azienda, ma anche dell’ambiente.

 

Auto-pubblicazione vs editoria tradizionale

Se ancora non conosci tutte le differenze tra l’editoria tradizionale e l’autopubblicazione, corri un alto rischio di prendere una decisione sbagliata, e prima che tu perda un sacco di tempo vogliamo darti le informazioni di cui hai bisogno per evitare le insidie ??che fanno gli aspiranti autori quando decidono di stampare un libro. Scrivere e pubblicare con successo un libro è già spaventoso senza tutta la confusione su quale strada scegliere. La verità è che devi informarti e prendere la decisione da solo, ma abbiamo raccolto alcune delle domande più frequenti che vengono poste dagli autori alle prime armi.

È meglio auto-pubblicarsi o procurarsi un editore?

Che sia meglio o meno auto-pubblicare o ottenere un editore dipende interamente dai tuoi obiettivi e dalle tue risorse. Per te come persona e scrittore, l’uno o l’altro sarà meglio. Se vuoi avere un controllo molto più creativo ma pagare un po’ più in anticipo (con la consapevolezza che guadagni anche molto di più), l’autopubblicazione è la strada migliore.

Quanto puoi guadagnare con l’autopubblicazione?

L’importo che guadagni dall’autopubblicazione dipende da quanto vendi il libro e da quanto tempo dedichi alla commercializzazione dello stesso. Ma tieni anche presente che devi sapere come auto-pubblicare correttamente il libro se vuoi davvero vedere rendimenti elevati. Per fortuna, i libri auto-pubblicati hanno un tasso di vendita molto, molto più alto rispetto agli editori tradizionali perché puoi mantenere dal 50 al 70% dei profitti del tuo libro. Con un editore tradizionale, finisci solo con il 10% forse il 12% dopo anni in cui ti sei messo alla prova come autore.

L’autopubblicazione danneggia le tue possibilità con un editore tradizionale?

L’autopubblicazione non pregiudica affatto le tue possibilità con un editore tradizionale. È vero il contrario, in realtà. Auto-pubblicare un libro e avere successo può aumentare le probabilità che pubblichi con una casa editrice tradizionale. Ai grandi editori piace che i loro autori abbiano un vantaggio. Più successo hai da solo e più grande è la tua piattaforma di autori, più è probabile che un editore tradizionale pubblichi il tuo libro. Quindi, avendo successo e costruendo il tuo seguito come autore auto-pubblicato, rende molto più facile trovare un agente. E ti fa anche risparmiare un sacco di tempo nella ricerca di quell’agente!

Perché scegliere l’autopubblicazione?

Il mondo dell’editoria è cambiato ed è tempo per te di raccogliere i frutti. Ecco un motivo importante per cui l’autopubblicazione è la strada migliore da seguire e perché ci penserai due volte prima di trattare di nuovo con una casa editrice: non devi aspettare il permesso.
Con i libri autopubblicati, non devi aspettare che nessuno ti dia il via libera, decidi tu quando e come pubblicare un libro. Non devi convincere nessun intermediario a consentire al tuo libro di raggiungere il mercato globale.
Non puoi permettere ad altre persone di determinare il tuo successo.
L’autopubblicazione ti offre la strada per farlo. Tu e i tuoi lettori decidete il valore delle vostre parole, piuttosto che una persona in una casa editrice che potrebbe non rendersi conto del potenziale successo editoriale nelle loro mani.

Che cos’è un’agenzia SEO

Essere su internet al giorno d’oggi è un grande vantaggio, in quanto rappresenta il mezzo migliore per farsi conoscere ed arrivare alle persone molto più rapidamente rispetto ai mezzi tradizionali.

Ma per poterlo fare è necessario utilizzare i mezzi a disposizione nel migliore dei modi, sfruttare quella che ormai tutti conoscono come il posizionamento SEO, e molti altri accorgimenti utili per avere un impatto efficace e che porti riscontri sostanziosi.

Tutto ciò è possibile avvalendosi della competenza e delle risorse di un’agenzia SEO, che si occupa appunto di questi aspetti.

Ma vediamo di fare più chiarezza e capire quali sono i servizi che tali agenzie offrono.

Un’agenzia SEO o anche meglio conosciuta come web agency, è un’agenzia formata da professionisti specializzati nel miglioramento e posizionamento dei propri clianti sui motori di ricerca.

Attraverso l’utilizzo di vari strumenti e tecnologie, una web agency è in grado di soddisfare quelli che sono i criteri di domanda e offerta. Attraverso l’utilizzo dei motori di ricerca si mette in comunicazione il servizio o prodotto con i potenziali clienti, i quali utilizzando una serie di keywords per esprimere interesse verso qualcosa, e approdando quindi sui siti che soddisfano i requisiti di ricerca.

La web agency aiuta quindi le aziende a posizionarsi in maniera profittevole sui motori di ricerca, utilizzando tutti i canali comunicativi a disposizione per il posizionamento SEO.

Piano strategico dell’agenzia SEO

All’atto pratico quello che svolge l’agenzia SEO per aiutare il proprio cliente è innanzitutto pianificare un breifing completo con esso, in modo da stabilire quali sono gli obiettivi primari. Analizzarne il business, il mercato e i possibili concorrenti. Quindi valutare il tipo di prodotto e la clientala a cui è rivolto, la comunicazione utilizzata dal cliente e le possibili parole chiave da poter sfruttare.

Una volta terminata la fase di analisi, la web agency si occupa di valutare i punti di forza e di debolezza del cliente, le opportunità offerte dal mercato, e opera una scelta delle migliori parole chiave attraverso un’attenta pianificazione delle strategie da adottare.

Inoltre viene svolto un lavoro attento alla realizzazione dei migliori contenuti per il sito web, curandone anche gli aspetti tecnici e l’interrelazione con altri siti web collegati.

Dopo la creazione del sito web e la sua messa online, l’agenzia di SEO provvede a monitorarne l’andamento, in modo da poter adattare la propria strategia ai possibili cambiamenti, e poter quindi sfruttare nuove tattiche per potenziarne l’efficacia.

Alla base di tutto questo processo c’è una costante e attenta comunicazione con il cliente, per soddisfarne le esigenze e decidere di volta in volta le mosse da fare per raggiungere i traguardi concordati.

Le figure professionali di un’agenzia SEO

Per fare in modo che tutto funzioni nel migliore dei modi, una web agency si avvale di diversi professionisti che si occupano dell’aspetto commerciale, della relazione dei clienti con l’agenzia SEO, per arrivare al Project Manager che si occupa della pianificazione e coordinazione, al web designer che cura l’aspetto del sito, al copywriter che ne crea i contenuti, per arrivare al link builder che curerà le relazioni pubbliche aumentando la popolarità del sito.