Tag Archives: risparmio energetico

Risparmio energetico in casa con la condensazione

 

Il riscaldamento domestico è ormai divenuto indispensabile nelle case dei consumatori di energia: non è infatti neanche più pensabile nelle nostre case un riscaldamento che faccia a mento di impianti elettrici, alimentati da energia elettrica, come, ad esempio, succedeva in passato. Fare a meno di un impianto di riscaldamento moderno vorrebbe dire non poter godere di acqua tiepida o calda durante le ore della giornata anche notturne (mentre prima si utilizzavano cisterne esposte al sole) o di doversi adeguare a temperature che in inverno sfiorano lo zero, a volte anche valicandone il limite. Impensabile, appunto.

Per fortuna la tecnologia si è sempre messa a disposizione dei consumatori, con ingegneri via via più perfezionati nella loro professionalità che hanno consentito di adeguare impianti e macchine alle esigenze delle famiglie: i risultati maggiori si sono ottenuti con le caldaie. Esse, dapprima alimentate a combustibili fossili (dunque inquinanti), si sono via via evolute, per merito di esperti delle nuove tecnologie rinnovabili e a impatto ambientale “zero”, che ne hanno saputo trarre le migliori performance abbassando il livello di inquinamento.

Una delle tecnologie più innovative nel settore, soluzione assolutamente ‘green’, è la condensazione: le caldaie a condensazione, come ci spiegano gli esperti di assistenza per caldaie a Roma che abbiamo consultato, riducono al minimo le emissioni per via di una tecnologia che consente di utilizzare al massimo il calore prodotto, evitando inutili sprechi, mediante la condensazione. A questo punto, il calore latente che prima veniva disperso nei condotti, o nelle tubature (e dunque sprecato), costringendo ad utilizzare maggior quantità di combustibile (e di conseguenza aumentando di gran lunga il livello di emissioni nocive nell’aria), adesso viene riutilizzato, ottimizzando al massimo le performance della caldaia.

Tecnologia e ambiente a braccetto: con i migliori ingegneri che si giocano la palma d’oro per capire chi troverà tecnologie via via più avanzate in ottica rispetto ambientale.

Il risparmio energetico in franchising

Se siete alla ricerca di un business nel quale lanciarvi, ma senza troppi rischi, prendete in considerazione la formula del franchising, che offre buone opportunità e riduce sensibilmente il rischio d’impresa.

I vantaggi di chi si affilia a una casa madre in franchising sono tutti quelli derivanti dal fatto che il prodotto e il marketing connesso sono già stati testati sul mercato e quindi ci si trova a commercializzare qualcosa il cui marchio è già conosciuto con tecniche di vendita già collaudate. Inoltre, tutto il know-how viene trasferito direttamente e con cognizione di causa dalla casa madre, che dà all’affiliato assistenza continuativa in quanto direttamente interessata alla riuscita dell’impresa.

Molto interessante appare ora l’affiliazione ad un marchio, come la Universal, nel campo del risparmio energetico, verso il quale sta crescendo la sensibilità e che ha enormi potenzialità di mercato (basti pensare a quanti tetti sono ancora sprovvisti di pannelli solari). Con un marchio conosciuto, Internet moltiplica le possibilità di business, perché è sufficiente che qualcuno cerchi “trova punti vendita di pannelli solari Universal” perché salti fuori il nome della vostra attività, con indirizzo e recapiti telefonici e di posta elettronica.

L’energia che possiamo produrre attraverso il sole copre fino al 70% del fabbisogno domestico, quindi, oltre che essere amica dell’ambiente, contribuisce a tagliare le spese familiari e questa duplice attrattiva promette grossi risultati intermini di business.

Per maggiori informazioni sui pannelli solari Universal potete consultare il sito aziendale o contattare direttamente il produttore.

Rigenergia 2011: le considerazioni finali

Dalle imprese ai professionisti di settore, passando per l’universo scolastico fino ad approdare al grande pubblico. La quinta edizione di Rigenergia, la grande fiera internazionale dedicata alle energie rinnovabili, alla mobilità sostenibile e al risparmio energetico, si è svolta come d’abitudine al Palaexpo di Pollein, dal 27 al 29 maggio scorso.

La manifestazione, promossa dall’Assessorato delle Attività Produttive e dalla Camera valdostana delle imprese e delle professioni, ha coinvolto quest’anno un centinaio diespositori, di cui la metà valdostani. Industriali, progettisti, ingegneri, installatori e pubbliche amministrazioni hanno avuto a disposizione oltre cinque mila metri quadrati di superficie per promuovere le loro soluzioni e i loro prodotti.

Augusto Rollandin, Presidente della Regione Valle d’Aosta
– E’ un momento di grande interesse per gli operatori, per la Regione, per le istituzioni come la Camera di Commercio che credono in questa possibilità di vedere l’energia rinnovata, rinnovabile e soprattutto utilizzata al meglio. Questa è sicuramente ricchezza per la nostra regione ed è capacità di risparmio per tante famiglie. –

Rigenergia, quindi, non è soltanto una fiera per addetti ai lavori, ma rappresenta l’espressione di un progetto più ampio e articolato in grado di coinvolgere l’intera filiera delle rinnovabili, attraverso il quale rinforzare e rilanciare l’economia della Valle d’Aosta.

Ennio Pastoret, Assessore alle Attività Produttive
– La Valle d’Aosta ha puntato molto su questo settore: rinnovabili, risparmio energetico e riduzione dell’inquinamento, in sostanza per quanto ci riguarda più direttamente, mobilità sostenibile. Infatti questo è l’ennesimo appuntamento di Rigenergia, nel frattempo però la Valle d’Aosta si è dotata di leggi significative in questo campo, le ha ammodernate recentemente sulla base delle nuove disposizioni e dei nuovi indirizzi dell’Unione Europea, e delle nuove disposizioni statali. Siamo sempre pronti per intervenire e fare in modo che questo settore continui a evolvere perché questo è un settore che consente di produrre energia pulita, quindi di ridurre l’incidenza di produzioni non rinnovabili, che consente di avere risparmio energetico quindi maggiore sostenibilità di vita all’interno delle proprie case, di avere trasporti più puliti attraverso l’elettrico e la riduzione dei consumi, in sostanza qualità della vita per tutti e questa è la ragione per cui ci siamo impegnati su questo fronte. –

L’approvazione di leggi e regolamenti è andata di pari passo con la crescita d’interesse dei cittadini nei confronti di questi temi, come dimostra il successo riscosso anche quest’anno dalla fiera. Negli ultimi anni, infatti, si è sviluppato un tessuto culturale, scientifico, imprenditoriale orientato allo sviluppo sostenibile, unica risposta possibile al problema della crisi energetica e dell’inquinamento.

Pierantonio Genestrone, Presidente della Chambre Valdôtaine
– Chiaramente il problema del risparmio energetico e dell’energia sostenibile è un problema ormai di attualità: questa fiera serve anche per far crescere le nostre imprese e i nostri piccoli imprenditori che si dedicano e si devono dedicare in futuro anche a questi tipi di mercato. –

In quest’ottica, il programma di Rigenergia ha proposto, parallelamente agli stand commerciali, numerosi workshop tecnici e divulgativi, percorsi di formazione per le imprese e convegni tematici, alternati a laboratori didattici e a momenti di animazione ludico-ricreativa per adulti e bambini.

Ennio Pastoret, Assessore alle Attività Produttive
– Ora bisogna sempre di più coinvolgere le persone affinché conoscano bene quali sono le opportunità e cosa stiamo facendo, anche ad esempio con il coinvolgimento delle scuole, come abbiamo fatto: più di 700 ragazzi sono stati interessati dalle attività che abbiamo svolto presso le scuole e i ragazzi sono i cittadini del domani ma in qualche modo anche i soggetti che incitano genitori ad andare in questa direzione. –

Il risparmio energetico nelle imprese artigiane

Lunedì 4 aprile ore 18.30 un seminario gratuito su gestione delle risorse energetiche e lean. Con Scipioni, Università di Padova, e Rigobello, di GC&P, network internazionale di manager.

Ridurre le spese energetiche e perfezionare l’efficienza organizzativa per essere un’impresa sempre competitiva: questi sono gli obiettivi della proposta che CNA Vicenza presenterà, nel corso del seminario di approfondimento, lunedì 4 aprile, alle 18.30, alla sede provinciale di via Zampieri, 19. Nel corso del convegno, che si rivolge in particolare alle imprese di produzione, si affronterà la relazione esistente tra ambiente e Lean organization con l’obiettivo spiegare come allineare i processi alle aspettative del mercato permettendo ad ogni azienda di mantenersi concorrenziale e flessibili, riducendo gli sprechi e i costi di produzione. L’incontro si concentrerà quindi sull’importanza dell’applicazione di una visione strategica del cambiamento che guidi le risorse a disposizione verso una costante valutazione del valore in termini di competitività e processi di snellimento. Nello specifico, l’incontro si focalizzerà sull’applicazione dell’efficienza organizzativa alla riduzione dei costi energetici e sul percorso che l’impresa deve seguire per ottenere risparmio energetico attraverso una migliore organizzazione della produzione.
Dopo i saluti iniziali di Silvano Scandian, Presidente di CNA Vicenza, saranno presentate le relazioni del Professor Antonio Scipioni dell’Università di Padova, su “L’efficienza energetica e l’utilizzo di energie rinnovabili come strumento di gestione aziendale”, e del Dottor Nicola Rigobello, membro del GC&P srl, gruppo di manager, professionisti e consulenti esperti nella trasformazione snella delle aziende, su “L’efficienza organizzativa come strumento di riduzione dei costi di produzione”. A seguire è previsto un dibattito con il resoconto di testimonianze concrete. Coordinatore dell’evento sarà Paolo Zaramella di Studio Centro Veneto.
L’incontro è gratuito e aperto a tutte le aziende interessate.